“Caduta libera” vince il premio di Foggia La Magna Capitana, in collaborazione con la Casa Circondariale

Venerdì 15 ottobre 2010, all’interno della Sala Narrativa della Biblioteca Provinciale di Foggia, La Magna Capitana, si è tenuta la serata conclusiva della quarta edizione di “Libri Attrazione Interiore”, premio letterario organizzato dalla stessa biblioteca in collaborazione con la Casa Circondariale di Foggia.

Durante l’incontro, ricco di contenuti che spaziavano dall’intrattenimento musicale di un quartetto d’archi ad interventi teatrali da parte degli attori della Compagnia dei Limoni, è stato assegnato il premio al vincitore di questa edizione, l’autore di origine russa Nicolai Lilin con Caduta libera, edito da Einaudi e pubblicato nell’aprile di quest’anno.

I cinque libri finalisti sono stati presentati da altrettanti giornalisti foggiani, cinque opere tutte meritevoli di questa menzione e che ricordiamo anche qui: Sono comuni le cose degli amici (Ponte alle Grazie) di Matteo Nucci, Storia della mia purezza (Mondadori) di Francesco Pacifico, Le conseguenze (Marsilio) di Giovanni Montanaro, La panzanella (Feltrinelli) di Giulia Villoresi e il già menzionato vincitore Caduta Libera di Nicolai Lilin.

Una menzione speciale è stata fatta per il giovane foggiano Rocco Cautillo, che con il suo racconto è entrato nella cinquina del Premio Campiello Giovani.

Nella serata è stato assegnato anche il premio al detenuto vincitore del concorso letterario legato a questa manifestazione, per il racconto autobiografico scritto per l’occasione. Doppia emozione per questo ragazzo che nella stessa sera si è visto assegnare un premio e ha potuto lasciare per qualche ora la Casa Circondariale.

Un premio prezioso perché, come ha commentato Nicolai Lilin durante i suoi ringraziamenti: “E’ importante che esistano iniziative di questo tipo, per far capire a chi è dentro che il mondo li rivuole indietro”. E a tal proposito il direttore della Biblioteca Provinciale, Franco Mercurio, ha annunciato che la prossima edizione del premio sarà estesa a tutte le case circondariali italiane che vi vorranno aderire.