RASSEGNA STAMPA

Free Fall: A Sniper’s Story from Chechnya – Metro.co.uk

According to Nicolai Lilin’s superior in the Russian army, the first Chechen War was ‘just a cover for the trafficking run by the corrupt people in the government’. This is one of the few slivers of opinion, political or otherwise, framing this pitiless account of the second conflict by Lilin, an elite sniper who admits it was essential he remained scared to retain his sanity.

Book review: Free Fall: A Sniper’s Story from Chechnya, by Nicolai Lilin – Scotsman.com

This extraordinary memoir plunges us back into the carnage of the last decade’s Second Chechen War. After a brutal Siberian education, Nicolai Lilin is called up as a sniper in the Russian army, fighting among the ruins of the Soviet empire.

The New Yorker – Siberian Education by Nicolai Lilin

Books Briefly Noted – The New Yorker – June 13 & 20, 2011

Intervista a Nicolai Lilin per il numero Zero di Re-Mood

Con lo scrittore Nicolai Lilin abbiamo più di una cosa da condividere: la passione per l’arte e la necessità di dare voce e spazio alla creatività e ai talenti emergenti. Lo scopriamo in un’intervista.

Intervista per Il Piccolo – venerdì 20 maggio 2011

Un’intervista in occasione del festival èStoria in cui insieme a Arkadij Babcenko e a Sergio Canciani si parlerà del conflitto ceceno.

Intervista a Nicolai Lilin per Panorama

Nicolai Lilin è un fenomeno atmosferico al contrario: prima c’è stato lo spavento del tuono, ora si vede solo lo splendore del lampo. L’estrema cortesia e la dolcezza dello sguardo rendono faticoso sovrapporlo a quello che si è letto di lui. Raffaele Panizza intervista Nicolai Lilin per approfondire questa dicotomia.

The Wall Street Journal – review – April 16, 2011

With its exhaustive descriptions of ritual and tradition, “Siberian Education” at times resembles a work of cultural anthropology.

Intervista per L’Uomo Vogue

People Nicolai Lilin Una vita scritta nei libri e sulla pelle di Andrea Zappa Dalla sua prima opera Salvatores trarrà un film. E a marzo ci sarà una sua personale a Milano sull’antica arte del tatuaggio siberiano Dalla Transnistria, una terra schiacciata tra Moldavia e Ucraina, all’Italia, passando attraverso due…

GQ – Dicembre 2010

Esce a dicembre 2010 il libro/cd Armonico, una raccolta di racconti i cui proventi andranno all’associazione Altamarea che, da anni, lotta per far sapere quali sono i disastri prodotti dall’acciaieria di Taranto.
Tra gli autori che hanno partecipato, Nicolai Lilin ha scritto un racconto “Rock in URSS”.

The National Post Book Review: Siberian Education, by Nicolai Lilin

Siberia is, suddenly, hot. This has nothing to do with climate change, but is rather the result of a concerted burst of literary interest in a place that has traditionally been exiled to Alexander Solzhenitsyn’s oeuvre, or used as the standby metaphor for “frozen backwater.”