“Nella pelle. Simboli, identità e storia dei segni corporali permanenti”. Conferenza internazionale

5 – 6 dicembre 2011
Roma – Pontificia Università Urbaniana
Via Urbano VIII, 16
Ingresso libero

 

I tatuaggi, le marchiature e le scarificazioni sono da sempre presenti nella storia del genere umano in diverse culture.

La Conferenza, primo incontro accademico interdisciplinare sull’argomento, raccoglie alcuni dei risultati degli studi condotti finora in questo campo. L’obiettivo è evidenziare l’importanza, dal punto di vista storico, antropologico e religioso, dei segni corporali permanenti nella loro valenza di espressione identitaria.

I tatuaggi, eseguiti volontariamente o in maniera coercitiva, sono segni con precisi significati: possono indicare lo status sociale, l’appartenenza etnica, l’esperienza religiosa di pellegrinaggio o di un rito di passaggio, la visualizzazione di punti terapeutici, ribellione, diversità, etc.

Docenti universitari ed esperti del settore, provenienti da prestigiosi atenei del mondo, illustreranno i diversi aspetti di questa antica pratica, nonché la storia e il linguaggio dei simboli nelle diverse culture. Rimane una questione aperta la ragione per cui le marcature sul corpo, permanenti per definizione, sembrano oggi seguire le passeggere tendenze di moda.

È prevista la traduzione simultanea.

Conferenza promossa da

ANASTASIS – Associazione Internazionale per l’Arte Cristiana e il Dialogo Interculturale
con la collaborazione scientifica di
S.E. Amb. Mordechay Lewy

Programma e informazioni sul sito:
www.intotheskin.eu

PROGRAMMA

Lunedì 5 dicembre
Mattina

9.30
Dott.ssa Antonella Cattani
Associazione Anastasis
Introduzione

10.00
S.E. Amb. Mordechay Lewy
Ambasciatore d’Israele presso la Santa Sede

SEGNI CORPORALI COME OGGETTO DI RICERCA
Moderatore: S.E. Amb. Mordechay Lewy

10.30
Prof. Jane Caplan
St. Anthony’s College, University of Oxford (UK)
La collocazione del tatuaggio. Un approccio storico

11.00
Prof. Michela Fusaschi
Università Roma III
Il fenomeno della marcatura corporale permanente come un soggetto di ricerca antropologica: passato e presente

11.30
Prof. Ulrike Landfester
Universität St. Gallen (CH)
Punti di intervento. Tatuaggi e cultura della scrittura europea

12.00
Prof. Salvatore Galati
Psichiatra, Ospedale Maggiore di Crema
Tracce d’identità

12.30
Domande e dibattito

Pomeriggio

IDENTITÀ E SEGNI CORPORALI NELLE DIVERSE CULTURE DEL MONDO
Moderatore: Prof. Meir Bar-Ilan

15.30
Prof. Lars Krutak
National Museum of Natural History, Washington DC (USA)
Le tradizioni dei tatuaggi negli indigeni delle Americhe

16.00
Prof. Sean Mallon
Senior Curator of Pacific Cultures – Te Papa Tongarewa Museum, Wellington (NZ)
La cultura del tatuaggio nelle Isole del Pacifico

16.30
Dott.ssa Luisa Gnecchi Ruscone
Saggista
Il significato della posizione dei tatuaggi sul corpo

17.00
Pausa caffè

17.30
Prof. Silvio Calzolari
Facoltà Teologica dell’Italia Centrale di Firenze
La cultura del tatuaggio nel Giappone

18.00
Nicolai Lilin
Scrittore e artista tatuatore
La tradizione dei tatuaggi nella cultura siberiana

18.30
Domande e dibattito

Martedì 6 dicembre
Mattina

LA VISIONE DEL CORPO NELLA CULTURA EUROPEA
Moderatore: Prof. Lars Krutak

10.00
Prof. Luc Renaut
Université de Poitiers (F)
Certificazioni e cambiamenti politici nel mondo antico: un tentativo teorico di spiegare l’eterogeneità nella distribuzione geografica e sociale della marcatura permanente del corpo

10.30
Dr. William Purkis
University of Birmingham (UK)
Dai segni “divini“ corporali del periodo crociato alle stigmate di San Francesco

11.00
Pausa caffè

11.30
Dr. Benoît Robitaille
Université de Montréal (CDN)
Implicazioni storico-culturali nello studio delle tecniche tradizionali europee del tatuaggio

12.00
Prof. Philippe Artières
CNRS, Paris (F)
La criminalizzazione dei marchi corporali permanenti nel XIX e XX secolo

12.30
Domande e dibattito

Pomeriggio

NELLA PELLE: I SEGNI PERMANENTI COME ESPERIENZA DI FEDE
Moderatore: Dott. Riccardo Aquila, Anastasis

15.30
Prof. Lucia Scaraffia
Università degli Studi di Roma “La Sapienza”
Il concetto di corporalità nel Cristianesimo

16.00
Prof. Meir Bar-Ilan
Bar-Ilan University, Ramat Gan (IL)
Segni corporali come apotropaici nelle fonti ebraiche

16.30
S.E. Amb. Mordechay Lewy
Ambasciatore d’Israele presso la Santa Sede
Gerusalemme nella pelle. I tatuaggi di pellegrinaggio nella Città Santa

17.00
Pausa caffè

17.30
Prof. Guido Guerzoni
Università Bocconi di Milano
La pratica dei tatuaggi nella penisola italiana attraverso la storia

18.00
Sr. Luigia Busani
Archivio Storico del Santuario della Santa Casa di Loreto
Le origini dei tatuaggi per pellegrini della città di Loreto. Dalla tolleranza alla proibizione

19.00
Dibattito e conclusioni

No Comments

Leave A Reply